Visit our archive

_MG_5705-1 _MG_6063-1Le azzurre entusiasmano il pubblico catanese con una grande rimonta nel secondo set

FIVB Women’s Volleyball World Grand Prix 2015
Catania – PalaCatania 16/07/2015 h. 20.10
Italia – Belgio 3-0 (25-17/26-24/25-14)
Italia: Sorokaite 3, Malinov 1, Bosetti Caterina 4, De Gennaro (L), Guiggi ne, Gennari 4, Chirichella 8, Sansonna (L) ne, Arrighetti (K) 10, Tirozzi ne, Bosetti Lucia 9, Diouf 17, Egonu ne, Orro ne. All. Marco Bonitta (ITA)
Belgio: Biebauw, Courtois (L), Heyrman 7, Leys (K) 15, Grobelna 6, Aelbrecht 6, Vandesteene 5, Cianci, Van Gestel 3, Van de Vyver 2, Ruysschaert ne, Cools ne, Goliat 4, Lemmens ne. All. Gert Vande Broek (BEL)
Arbitri: Rodriguez S. (esp) – Liu J. (CHN)
Spettatori: 2.700

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. La Final Six 2015 del World Grand Prix è molto più vicina per le azzurre del volley dopo il convincente successo sul Belgio nel secondo match della prima giornata del weekend catanese di volley internazionale d’elite.
Le azzurre premiano l’entusiasmo del pubblico siciliano con una prestazione di buon livello  ed un secondo set conquistato in rimonta con la capitana Arrighetti anima di una squadra mai doma e pronta a reagire alle avversità contro un Belgio ostico e duro ad arrendersi. Adesso basterà un’altra vittoria, già nel prossimo match con la Russia diretta contendente, per avere la certezza assoluta per staccare il biglietto per Omaha.

Bonitta schiera Malinov in regia e Diouf opposta, Lucia Bosetti e Gennari schiacciatrici, la capitana Arrighetti e Chirichella centrali, De Gennaro libero. Il Belgio sceglie Van de Vyver in palleggio con la ventenne Grobelna opposta, al centro Heyrman e Aelbrecht, in posto 4 la capitana Leys e Vandesteene con Courtois libero.
La formazione belga si rivela subito un avversario ostico e le azzurre faticano a trovare le giuste contromisure al fluido gioco d’attacco ben orchestrato da Van de Vyver, ma è solo un fuoco di paglia: Diouf servita con continuità da Malinov innesca la reazione azzurra e De Gennaro scatena l’entusiasmo del pubblico catanese con una serie di interventi difensivi determinanti fino al  25-17 siglato da in battuta da Chirichella.
Nel secondo set Heyrman prova a scuotere il Belgio con tre attacchi vincenti e un muro, Vande Broek inserisce la diciannovenne Goliat nel ruolo di opposta invertendo il trend. L’Italia è costretta a inseguire: Bonitta prima chiama time-out sul 12-15, poi sostituisce Gennari con Caterina Bosetti, ma è un primo tempo devastante di Arrighetti servita ad una mano da Malinov a innescare la rimonta azzurra: 24-23 con Caterina Bosetti protagonista con un attacco e un muro. Tocca infine alla capitana mettere la firma sul successo azzurro con il muro del 26-24 che scatena l’entusiasmo del pubblico catanese.
Il terzo set è un monologo azzurro: Bonitta conferma la Bosettina, Malinov continua a gestire al meglio il gioco offensivo italiano, entra anche Sorokaite che lascia il segno con tre attacchi vincenti prima dell’errore in attacco di Leys che chiude la contesa per il definitivo 25-14. Omaha è ancora più vicina.

Salvatore Gennuso

foto di Giovanni Cassarino per GetSportMedia,

Le videointerviste del dopo partita

  • Name (Required)

  • Email (Required, but not published)

  • Url (Optional)

  • Comment (Required)