Visit our archive

_MG_5009Coach Bonitta e Valentina Arrighetti alla vigilia del primo match a Catania

Tutto è pronto a Catania per la tappa decisiva del World Grand Prix che determinerà l’accesso alla fase finale in Nebraska. L’Italia scenderà in campo domani sera affrontando il Belgio in un PalaCatania che si preannuncia gremito dagli appassionati in arrivo da tutte le zone della Sicilia per supportare le azzurre.
L’obiettivo non è facile, servirà un’Italia attenta e determinata per reggere il confronto con Belgio, Russia e Brasile: “E’ un weekend importante contro squadre difficili, vogliamo provare ad arrivare alle finali negli Stati Uniti. è un obiettivo raggiungibile, speriamo nell’apporto della gente della Sicilia che sarà fondamentale per raggiungere il risultato. Sappiamo quanto sia stato importante il supporto del pubblico ai Mondiali e siamo certi che anche in questa occasione potremo avere una spinta in più dai nostri tifosi” – ha commentato il tecnico dell’Italia Marco Bonitta nel corso della conferenza stampa di presentazione – “Affronteremo tre avversari ostici con tipologie e caratteristiche diverse, dovremo cercare di fare bene con tutte e tre per riuscire a conquistare il passaggio del turno. Il World Grand Prix ci sta dando la possibilità di valutare ad alto livello alcune giocatrici che possono essere di grande aiuto sia in prospettiva presente che futura, poi naturalmente ci sarà spazio anche per altre giocatrici per cui abbiamo scelto una programmazione diversa”.
Al centro dell’attenzione la giovanissima palleggiatrice azzurra a cui Bonitta ha affidato la regia della nazionale, Ofelia Malinov: “Lia ha dimostrato grande personalità riuscendo ad inserirsi in maniera positiva sia nel gruppo che nei nostri meccanismi di squadra, senza dimenticare che ha appena diciannove anni ed è alla prima esperienza internazionale di alto livello come il Grand Prix. Siamo contenti di lei e pensiamo che sia un patrimonio su cui investire per il futuro della nostra nazionale”.
Pronta a trascinare come sempre sul campo le azzurre Valentina Arrighetti: “Ci manca l’ultimo passo per conquistare la Final Six di Omaha e vogliamo mettere la ciliegina sulla torta qui a Catania. Abbiamo fatto due round super, siamo cresciute tanto ed ora vogliamo mettere a frutto l’esperienza delle prime due tappe per staccare il biglietto per gli Stati Uniti anche grazie al supporto e all’entusiasmo del pubblico catanese”.
La tre giorni catanese è fondamentale per l’Italia per conquistare il passaggio del turno, anche la Russia dovrà cercare di rimpinguare il suo bottino di vittorie per puntare alle finali in programma negli States, mentre per il Brasile sarà l’occasione per testare un roster diverso e il Belgio sarà la solita outsider difficile da superare come hanno spiegato nel corso della conferenza stampa gli allenatori delle nazionali presenti a Catania.
“Abbiamo già raggiunto l’obiettivo e questa tappa sarà l’occasione per valutare le nostre giocatrici anche in vista dei prossimi appuntamenti internazionali per cui abbiamo scelto un gruppo diverso che cercherà comunque di dare il meglio contro squadre di ottimo livello come Italia, Russia e Belgio” – ha spiegato Paolo Coco che sarà sulla panchina del Brazile al posto di Ze’ Roberto durante questo weekend.
Pronto all’impegno conclusivo della prima fase anche Yuri Marichev, coach della Russia: “Sarà un’altra occasione importante per noi per testare le nostre giocatrici più giovani in un contesto internazionale di alto livello. Queste competizioni servono proprio per alzare il livello di esperienza delle giocatrici che sono meno abituate a questo tipo di confronti contro formazioni di alto profilo come le avversarie dei prossimi giorni. Dobbiamo però per prima cosa puntare a conquistare punti importanti, è quello il primo obiettivo”.
L’outsider del weekend di gare sarà il Belgio di coach Gert Vande Broek: “Per noi è già un grande successo essere riusciti a scalare il ranking mondiale, abbiamo fatto un salto in avanti di trenta posizioni ed ora siamo consapevoli che viene il difficile, ma avere l’occasioni di confrontarci con le nazionali di primo livello ci permetterà di crescere ancora anche in vista dei futuri appuntamenti internazionali”.

Salvatore Gennuso

le videointerviste:

Coach Bonitta

Valentina Arrighetti

Gli allenatori di Brasile, Russia e Belgio

 

  • Name (Required)

  • Email (Required, but not published)

  • Url (Optional)

  • Comment (Required)