Visit our archive

Schermata 2015-05-29 alle 18.25.06ITALIA-AUSTRALIA 3-1 (25-19, 22-25, 25-21, 25-20)

ITALIA: Anzani 13, Sabbi 11, Lanza 15, Travica 6, Alletti 6, Antonov 11, Colaci (L). Botto, Vettori, Bossi, Mengozzi, Giannelli. Ne: Randazzo, Giovi (L). All Berruto

AUSTRALIA: Guymer 3, Sanderson 14, Passier 8, Edgar 19, Peacock 3, Douglas-Powell 2, Perry (L). Sukochev 1, Williams 2, Walker 8, Mote 2, Roberts 1. Ne: Borgeaud (L), Hodges. All. Santilli

Arbitri: Shaaban (EGY), Al Naama (QAT)

Spettatori: 4600 Durata set: 25’, 27’, 28’, 28’

Italia: bs 11 a 8 mv 14 et 21

Australia: bs 22 a 8 mv 11 et 35

Adelaide. Comincia con una vittoria per 3-1 (25-19, 22-25, 25-21, 25-20) contro l’Australia il cammino dell’Italia nella 26esima edizione della World League.

Un’Italia con sei atleti che non avevano mai indossato la maglia azzurra, dunque, inaugura la sua stagione con un successo contro la formazione allenata da Roberto Santillo, anche lui alla “prima” in World League da tecnico della nazionale dei Volleyroos.

La gara è stata spigolosa, molto fisica più che tecnica, con le due squadre che per ovvie ragioni non hanno dimostrato la migliore condizione possibile, fattore che ha inevitabilmente condizionato l’andamento di un match giocato a fasi alterne con gli Azzurri che in alcuni momenti hanno pagato qualcosa contro l’esplosività di alcuni avversari come Edgar, anche lui comunque spesso falloso.

Berruto ha schierato la diagonale Travica-Sabbi, Anzani e Alletti centrali, Lanza e Antonov martelli, Colaci libero, concedendo dunque ad Antonov e Alletti l’esordio nel sestetto di partenza (nell’arco del match esordio anche per Botto, Bossi, Giannelli e Mengozzi subentrati dalla panchina).

Santilli, invece, ha scelto Peacock in palleggio, Edgar sulla sua diagonale, Guymer e Passier centrali, Sanderson e Douglas-Powell schiacciatori, Perry libero.

Nel complesso il CT azzurro può comunque ritenersi soddisfatto sia della risposta di alcuni suoi “veterani” come Travica – autore di una prova da capitano, bravo a comandare il gioco e a svariare su tutto il fronte d’attacco, ma positiva anche la sua prova a muro – sia dei nuovi che non si sono fatti sfuggire una buona occasione per testare il campo di una manifestazione internazionale.

Come detto la gara ha risentito della condizione non perfetta delle due formazioni ma sostanzialmente l’Italia ha conosciuto un solo vero momento di difficoltà quando, sul finire del secondo parziale, ha prima dovuto subire il ritorno degli australiani che hanno impattato la situazione sul 20-20 per poi cedere il parziale con un muro fuori su attacco di Lanza, reo, secondo l’arbitro di aver toccato la palla nel momento dell’uscita dal campo.

Iniziare con una vittoria era l’obiettivo principale e gli Azzurri hanno compiuto il loro dovere, domani si replica: diretta Rai Sport 1 ore 8.30 italiane.

Berruto: “E’ stata una partita ruvida con tanti su e giù con una sofferenza delle volte in ricezione, ma sono comunque soddisfatto dell’atteggiamento dei ragazzi e per quello che hanno messo in campo, non era facile, lavoriamo insieme da pochissimo tempo. Ripeto, sono contento dell’atteggiamento e dell’atmosfera che si vive. Ci sarà tempo per giocare meglio a pallavolo, cosa che dovremo comunque fare, ma sono soddisfatto dei presupposti”.

Travica: “E’ una benedizione per la mia carriera questa prima da capitano. Abbiamo iniziato con il piede giusto anche se siamo consapevoli di poter far meglio. Siamo felici di aver vinto. Ci sono stati tanti errori da entrambe le parti, ma per noi era importante vincere e lo abbiamo fatto”.

Anzani: “E’ iniziata bene, sono molto contento, la nostra è una squadra con molti volti nuovi quindi è normale non avere i meccanismi oliati; alla fine però ci siamo compattati e siamo riusciti a vincere questa gara”.

Antonov: “Sono contentissimo sia per avere giocato che per la vittoria. C’è bisogno di un po’ di affiatamento, ma credo sia naturale; la cosa fondamentale però era vincere e lo abbiamo fatto”.

Alletti: “E’ stata una gran bella soddisfazione, non potrei essere più felice. Una bellissima emozione essere in campo e cantare l’inno. Nell’inizio di ogni set ci hanno messo un po’ in difficoltà, ma poi siamo riusciti a mettere sui binari giusti una partita che era importante vincere per iniziare nel migliore dei modi e noi lo abbiamo fatto”.

PRIMO WEEK END (29-31 maggio)

Pool A:29/5: Australia-Italia 1-3; Brasile-Serbia

30/5: Australia-Italia (Adelaide. Adelaide Arena ore 8.30)

31/5: Brasile-Serbia

Classifica: Italia 3 Australia, Brasile e Serbia 0

Pool B:28/5: Polonia-Russia 3-0

29/5: Polonia-Russia

30/5: Usa-Iran

31/5: Usa-Iran

Classifica: Polonia 3 Iran Usa e Russia 0

TELEVISIONE: 30/5 Adelaide: Australia-Italia ore 8.30 diretta Rai Sport 1.

Fipav

  • Name (Required)

  • Email (Required, but not published)

  • Url (Optional)

  • Comment (Required)