Visit our archive

B54R2451La nazionale azzurra si è radunata dal 5 al 15 maggio presso il Centro Pavesi per preparare i primi impegni agonistici stagionali. Durante la permanenza a Milano abbiamo intervistato il ct della Nazionale Marco Bonitta, per fare il punto della situazione delle azzurre in vista dell’intensa estate che le vedrà coinvolte a Montreux nel Volleymasters, negli European Games di Baku, nel World Grand Prix, per concludere poi nei Campionati Europei in programma a settembre fra Belgio e Olanda.

 A cura di Mara Giurgola

 Mister che aria si respirava in questo primo collegiale?

Si respirava aria di quasi estate, sta venendo abbastanza caldo (ride, ndr); tralasciando il meteo naturalmente aria di novità perché c’è da mettere assieme tante teste, tante persone nuove. Inoltre è stato molto bello che alcune ragazze reduci dal Mondiale, il primo giorno, si siano unite al gruppo per un pranzo e un dopo pranzo a testimoniare il filo che lega le atlete dalla stessa passione e da una grande disponibilità per la maglia azzurra.

In queste prime convocazioni ci sono infatti diversi volti nuovi per un percorso che le vedrà coinvolte a Montreux e a Baku, conferma?

Si, ci sono molte giovani, qualcuna meno giovane che ci darà una mano e che comunque tiene alto il tasso di esperienza per un gruppo che tra un po’ andrà a fare la prima competizione a Montreux, poi ci saranno gli Europei di Baku. Diciamo che sta procedendo tutto secondo i piani.

Cosa si svolgerà nelle prossime settimane prima dell’esordio in terra svizzera?

Dopo questi primi giorni le ragazze rientreranno per pochi giorni a casa, poi da lunedì si radureranno per le prime amichevoli contro la Cina, una il 23 a Ravanna e la seconda il 24 a Monza e poi partiremo per Montreux.

Si sono aggregate al gruppo anche Caterina Bosetti e Valentina Arrighetti ma le abbiamo viste svolgere un lavoro differenziato.

Si, Arrighetti e Bosetti sono ferme da un po’ e quindi bisogna lavorare in maniera differente dal resto del gruppo. Valentina dal punto di vista tecnico mentre Caterina dal punto di vista fisico, quindi sono qui ma non partiranno certamente per Montreu. Faranno un periodo come questo e poi si uniranno al gruppo che partirà successivamente per il Grand Prix.

Italia-Allenamen_047Abbandoniamo per un attimo la Nazionale. Sabato 16, in Gara 5, Novara e Casalmaggiore si giocheranno lo Scudetto in una partita secca. Cosa fa la differenza in questi match?

Rispetto a queste due squadre ho già detto due cose: la prima è che sono arrivate giustamente in finale perché sono arrivate rispettivamente prima e seconda in Regual Season. Novara ha certamente qualcosa in più dal punto di vista della sicurezza: ha vinto la Coppa Italia, è arrivata prima ma sa di avere sulle spalle un pronostico teorico a proprio vantaggio. Casalmaggiore, invece, è arrivata in finale credo con grande merito perché ha saputo puntare sull’aspetto agonistico e sul grande spirito di gruppo, che anche Novara ha, però a differenza della Igor la Pomì non ha nulla da perdere. Direi che  in questo momento la pressione sta facendo la differenza e che nell’ultima partita di sabato vedremo da che parte penderà.

Tante atlete italiane in questa lotta tricolore. Quanto è importante avere un vivaio così folto?

Fa davvero tanto piacere vedere tanto azzurro perché avere diverse italiane in finale e che lottano per un obiettivo importante significa anche lavorare su quello che è la mentalità vincente, che fa parte del dna di questa nazionale, e speriamo venga implementata da questo gruppo che ha iniziato a lavorare a Milano.

L’ondata dei Mondiali ha portato diversi supporters ad avvicinarsi alla pallavolo ed appassionarsi al cammino delle azzurre. Commenti in merito?

Si, come lo scorso anno ai Mondiali ho apprezzato molto la vicinanza dei nostri tifosi e devo dire che il risultato di Milano è stato anche raggiunto perché loro sono stati la spinta che ci ha trascinato nella cavalcata mondiale. Spero che questo interessamento possa rimanere vicino a noi perché i nostri supporters sono l’arma in più di questa Nazionale.

  • Name (Required)

  • Email (Required, but not published)

  • Url (Optional)

  • Comment (Required)