Visit our archive

itaitaLe azzurre a punteggio pieno nel giorno del rientro dopo il lungo infortunio di Paola Cardullo

FIVB Women’s Volleyball World Championship 2014
Roma – Palalottomatica 25/09/2014 h. 20.00
Italia – Argentina 3-0 (25-17/25-17/25-16)
Italia: Cardullo (L), Folie 3, Centoni 16, Ferretti, Chirichella 8, Piccinini (K), Arrighetti 3, Lo Bianco 1, Del Core 12, Bosetti 2, Diouf 1, Costagrande 13. All. Marco Bonitta
Argentina: Gaido (L), Nizetich (K) 12, Fresco, Rodriguez 1, Piccolo, Sosa 7, Lazcano, Boscacci 4, Fernandez 5, Busquets 5, Curatola, Castiglione 1. All. Guillermo Orduna

Arbitri: Kang J.H. (KOR) – El Keboub M. (ALG)

Tris di successi per l’Italvolley nella prima fase dei Mondiali femminili: le azzurre centrano la terza vittoria consecutiva in tre soli set superando anche l’Argentina senza patemi. Prestazione senza sbavature dell’Italia nel giorno dell’atteso ritorno in campo di Paola Cardullo dopo un altro lungo infortunio: coach Bonitta continua con il turnover schierando da titolare anche Costagrande, nel match contro la sua nazione d’origine. Le azzurre consolidano ancora di più la leadership assoluta nel girone A con nove punti e si preparano ad affrontare dopo il giorno di pausa i ben più probanti incontri con la Germania di Guidetti e la Repubblica Dominicana, dirette inseguitrici in classifica a quota sette punti.
Il tecnico azzurro per la partita con le argentine sceglie di lasciare in tribuna nel segno del turnover la palleggiatrice Signorile ed il libero De Gennaro, confermando Leo Lo Bianco in diagonale con Centoni, schierando la coppia Arrighetti – Chirichella al centro con Del Core e Costagrande in posto 4 e Cardullo libero. L’Argentina sceglie Castiglione in palleggio in diagonale con Boscacci, Sosa e Busquets sono confermate al centro, mentre in banda fa coppia con la capitana Nizetich la novità Rodriguez, giovanissima classe 1997, con Gaido nel ruolo di libero.
Le azzurre controllano agevolmente il gioco e tengono sotto l’Argentina per tutto il parziale, Orduna richiama in panchina la giovane Rodriguez, prova ad invertire la tendenza con il doppio cambio Curatola – Fresco, ma Costagrande con sei punti e Chirichella con cinque azioni vincenti dettano legge fino al 25-17 siglato da Diouf appena subentrata per il doppio cambio insieme a Ferretti.
Nel secondo set l’Italia conferma lo stessa formazione iniziale e l’Argentina ripropone Fernandez per la troppo acerba Rodriguez, ma nonostante gli sforzi di Castiglione in regia la differenza tra le due squadre è troppo evidente e le azzurre portano a casa anche la seconda frazione di gioco: tocca alla neoentrata Folie firmare il 25-17 di fine parziale con un muro vincente.
Bonitta conferma Folie al centro per Arrighetti nel terzo set e l’Argentina prova a ridare interesse al match portandosi avanti per 8-6 al primo time-out tecnico, ma l’efficace turno in battuta di Del Core e gli attacchi di Costagrande riportano l’Italia avanti. Nella parte finale del parziale spazio in campo anche per Caterina Bosetti al posto di Costagrande e chiusura senza patemi con il 25-16 siglato a muro proprio dal neoentrato giovane talento azzurro.
L’Italia guida così la classifica della pool A con tre vittorie e nove punti, precedendo la Repubblica Dominicana e la Germania, prossime avversarie azzurre, a quota sette davanti alla Croazia con quattro punti, mentre Argentina e Tunisia sono ancorate sul fondo della graduatoria sempre a zero. Dopo il giorno di riposo, i due match di sabato e domenica contro le squadre di Guidetti e Kwiek potranno dare una dimensione più probatoria sulle reali possibilità di questa Italia che, a prescindere, continua a riscuotere l’entusiasmo del pubblico.

foto di Fabio Cucchetti per GetSportMedia l’esultanza italiana

Salvatore Gennuso

Le video interviste del post partita

  • Name (Required)

  • Email (Required, but not published)

  • Url (Optional)

  • Comment (Required)