Visit our archive

SGF_2915Turnover di Guidetti con debutto della diciottenne Silge al posto dell’infortunata centrale Karg

FIVB Women’s Volleyball World Championship 2014
Roma – Palalottomatica 25/09/2014 h. 10.30
Germania – Tunisia 3-0 (25-7/25-12/25-7)
Germania: Weiß 1, Lippmann 7, Brinker 6, Geerties 6, Pettke 11, Karg 1, Beier ne, Kozuch (K) 6, Thomsen (L), Silge 6, Weihenmaier 6, Apitz ne. All. Giovanni Guidetti (ITA)
Tunisia: Agrebi Fatma 6, Ghobji, Mami (L), Ghoul 4, Agrebi Rahma, Jemaii, Lengliz, Boughanmi, Ben Halima, Barhoumi, Mnassar (L), Brik (K). All. Mohamed Messelmani

Arbitri: Perez L. (ESP) – Al Rousi H. (UAE)

Compito agevole per la Germania di Guidetti che nella prima partita della terza giornata del girone romano dei Mondiali 2014 di volley femminile sbriga la pratica Tunisia in tre soli set, dando spazio in campo a tutte le giocatrici e si porta a quota sette in graduatoria. Unica nota negativa l’infortunio alla caviglia della centrale Karg sostituita dalla diciottenne centrale Silge, al debutto mondiale. La Tunisia resta così ancora a zero punti, ma per le nordafricane è già un successo essere riuscite a conseguire la partecipazione a questa fase finale della manifestazione, con un’esperienza ad alto livello davanti al pubblico delle grandi occasioni di certo indelebile per tutte le giocatrici del tecnico Mohamed Messelmani.
Turnover annunciato per la Germania con Weiß in regia in diagonale con la capitana Kozuch, la ventenne Geerties e Brinker schiacciatrici, Karg e Pettke centrali con Thomsen nel ruolo di libero. La Tunisia si presenta in campo con Barhoumi in palleggio e Jemaii opposta, le due Agrebi, Fatma e Rahma in posto 4, Ben Halima e Lengliz al centro con Mami libero.
La Germania comincia come un rullo compressore con Brinker scatenata in prima linea e Weiß a spingere con grande rapidità il gioco offensivo teutonico: 8-0 al primo time-out tecnico nonostante l’infortunio alla caviglia subito in ricaduta dal muro dalla centrale Karg dopo appena tre punti.
Il Palalottomatica gremito da scolaresche entusiaste sottolinea festante gli attacchi delle tedesche, ma esplode con un boato anche per il primo punto tunisino firmato da Ghoul subentrata al posto di Fatma Agrebi. Messelmani inserisce anche la capitana Brik, ma il parziale è senza storia: 25-7 con il punto conclusivo siglato ancora da Kozuch.
Nel secondo parziale Guidetti lancia in campo tutte le giovani con Weihenmaier a far coppia con Geerties in posto 4 e l’altra ventenne Lippmann opposta ottenendo buone risposte dagli innesti fino al 25-12 su un attacco out dell’opposta tunisina Brik. Anche nella terza frazione la Germania delle giovani non concede nulla alle nordafricane e chiude definitivamente la pratica con il muro del 25-7 di Pettke sottolineato dal boato del giovanissimo e festante pubblico romano.
Domani giorno di riposo, poi sabato e domenica atto conclusivo del girone capitolino: la Germania dovrà affrontare sabato alle 20.00 l’Italia, poi domenica alle 17.00 la Croazia in una partita chiave per la graduatoria mentre la Tunisia incontrerà sabato alle 10.30 le croate di Vercesi e domenica allo stesso orario l’altro attuale fanalino di coda del girone, l’Argentina.

nella foto di Fabio Cucchetti per GetSportMedia, un attacco tunisino contro il muro tedesco

Salvatore Gennuso

Le video interviste del post -partita

  • Name (Required)

  • Email (Required, but not published)

  • Url (Optional)

  • Comment (Required)