Visit our archive

apitzLe teutoniche riscattano la sconfitta all’esordio con le dominicane e si rilanciano in classifica

FIVB Women’s Volleyball World Championship 2014
Roma – Palalottomatica 24/09/2014 h. 17.00
Germania – Argentina 3-0 (25-12/25-13/25-14)
Germania: Dürr (L), Weiß, Lippmann 1, Brinker 13, Geerties 2, Pettke ne, Karg 6, Fürst 8, Beier 12, Kozuch (K) 16, Weihenmaier ne, Apitz 5. All. Giovanni Guidetti (ITA)
Argentina: Gaido (L), Acosta, Nizetich (K) 5, Fresco 1, Piccolo 1, Sosa 10, Lazcano 1, Boscacci 4, Fernandez 1, Busquets, Curatola 1, Castiglione 3. All. Guillermo Orduna

Arbitri: Kang J.H. (KOR) – Simonovic V. (SRB)

Pronto riscatto e reazione di carattere della Germania che supera l’Argentina in soli tre parziali nella seconda partita in programma a Roma nella seconda giornata del girone A. Dopo l’unico punto conquistato nella sconfitta all’esordio con le dominicane dopo un’estenuante lotta conclusasi al tie-break, la formazione di Giovanni Guidetti oggi ha fatto bottino pieno portandosi così a quota quattro, mentre le argentine restano ancora ferme sul fondo della classifica a zero punti.
La Germania è tornata in campo per cancellare i fantasmi della sconfitta al debutto scegliendo la stessa formazione iniziale con Apitz in regia in diagonale con la capitana Kozuch, Beier e Brinker schiacciatrici, Karg e Fürst centrali con Dürr libero. Guillermo Orduna schiera le sudamericane con Castiglione in palleggio confermando Boscacci opposta dopo il positivo ingresso in corso d’opera nella partita precedente con la Croazia, al centro la coppia Sosa – Busquets, schiacciatrici la capitana Nizetich e Acosta con il nuovo innesto Gaido nel ruolo di libero.
Le tedesche, pur incitate costantemente da un gruppo consistente di tifosi in tribuna, faticano ad ingranare subito la marcia giusta ed inseguono le argentine fino all’ace di Kozuch che vale il 9-9. Le Panteras inseriscono Fernandez per Acosta e provano il doppio cambio con Fresco e Curatola in campo, ma è la Germania a dettare il ritmo e Kozuch prolunga la serie in battuta fino al 16-9 con un parziale di nove punti consecutivi. Dürr si esalta in difesa annullando i tentativi argentini e le teutoniche, dopo due ace di Apitz, chiudono i conti con un attacco di Brinker per il 25-12.
Nel secondo set l’Argentina conferma Fernandez e Sosa sigla subito tre punti con due attacchi in primo tempo ed un muro su una pipe di Kozuch, ma la battuta tedesca continua a far soffrire la ricezione sudamericana che stenta a fornire palloni gestibili per le scelte offensive di Castiglione. Fernandez lascia il posto a Piccolo al debutto in questo mondiale, ma il turno di battuta di Beier segna il divario tra le due formazioni: 17-9 con sei punti consecutivi per le tedesche. Geerties entra in battuta e sigla subito due ace, poi tocca a Kozuch chiudere il parziale con due attacchi  vincenti consecutivi: 25-13.
Il destino del match sembra ormai segnato: la Germania spinge subito sull’acceleratore nel terzo set e le argentine non riescono a trovare le contromisure nonostante l’innesto al centro di Lazcano. Guidetti propone il doppio cambio con la palleggiatrice Weiß in diagonale con Lippmann, Orduna inserisce Fresco da opposta, Geerties torna in campo per il giro in seconda linea per Brinker, fino al sevizio vincente del 25-14 con cui Beier mette fine all’incontro consegnando tre meritati punti ad una Germania pronta a riscattarsi con una prova tanto determinata quanto concreta.
Domani le teutoniche saranno chiamate al più facile confronto con la Tunisia nella partita della mattina per incrementare ulteriormente il bottino in classifica, mentre l’Argentina avrà il difficile compito di fronteggiare l’Italia nel match delle 20.00.

nella foto di Fabio Cucchetti per GetSportMedia, la palleggiatrice tedesca Apitz

Salvatore Gennuso

  • Name (Required)

  • Email (Required, but not published)

  • Url (Optional)

  • Comment (Required)